MAILING LIST area riservata
Iscriviti

Language:[ IT ]    

 
Booking.com
Offerte pacchetti vacanza
ARTE: Mostre in provincia di Treviso  >>  Back <<



Mostra El Greco

"EL GRECO IN ITALIA"

IN ARRIVO LA MOSTRA EVENTO CHE SVELERA` I SEGRETI DEL PERIODO ITALIANO DEL VISIONARIO ILLUMINATO DEL `500

La mostra è prorogata fino al 1° maggio 2016


VAI ALLE VISITE GRATUITE

Inaugurata l`attesa mostra ``El Greco in Italia. Metamorfosi di un Genio``, la piu` importante retrospettiva mai realizzata prima in Italia dedicata a Doménikos Theotokópoulos, soprannominato El Greco, che svelerà al pubblico, attraverso opere e spunti scientifici inediti, l`affascinante avventura umana e artistica che il maestro del 500 ha vissuto proprio nel nostro Paese, attraverso incontri, scoperte e passioni che hanno plasmato il suo modo di dipingere al punto tale da trasformarlo nel genio visionario che ispirò artisti del calibro di Picasso e Cézanne.

A coronamento delle iniziative che hanno da poco celebrato il quarto centenario della morte de El Greco (Toledo, 1614) in Grecia e in Spagna, rispettivamente suo Paese di nascita e di adozione, arriva finalmente anche in Italia, il Paese della sua formazione, un evento tributo al grande artista cretese organizzato da Kornice, di Andrea Brunello, con la collaborazione di Art for Public e Fondazione Cassamarca, che aprirà il 24 ottobre 2015 a Casa dei Carraresi a Treviso, dove, fino al 10 aprile 2016, si potranno ammirare i capolavori del Greco imperniati proprio sul decennio 1567-1576, il periodo che l`artista trascorse in Italia.

Tra gli highlight due quadri per la prima volta in mostra in Italia: la ``Santa Maddalena Penitente``, del Museo di Belle Arti di Budapest, uno dei massimi capolavori dipinti da El Greco che ritrae Venezia sullo sfondo, e la ``Sacra Famiglia``, attualmente di collezione privata, opera di provenienza regale dalla storia che assomiglia a un romanzo.

E` una vita molto avventurosa quella che ci verrà raccontata attraverso il percorso espositivo: El Greco, infatti, nato a Creta nel 1541 quando l`isola era ancora un territorio della Repubblica di Venezia, a 26 anni, dopo aver dato prove singolari legate al linguaggio della tradizionale icona bizantina, si trasferisce a Venezia, allora ricca metropoli in pieno fermento artistico, in cerca di fortuna. Lì entra in contatto con le botteghe di Tiziano in primis, Tintoretto, Bassano e ne rimane talmente folgorato da cambiare il suo modo di dipingere, trasformandolo da iconografo ortodosso in un artista innovativo e rivoluzionario.

Il legame con la cultura veneta è, infatti, ben evidente nella citata ``Maddalena``, opera che risente della profonda influenza che Tiziano esercitò sull`artista, quadro protagonista del film del 2007, ``El Greco``, diretto dal regista greco Yannis Smaragdis con le musiche di Vangelis (famoso compositore di colonne sonore, tra le quali Blade Runner e Momenti di Gloria) attorno al quale si snodano le avventure dell`artista.

La mostra racconterà quindi del periodo ``romano`` del Greco, quando, nel 1570, grazie alla raccomandazione del miniatore croato Giulio Clovio, lavora al cospetto del ``gran cardinale`` Alessandro Farnese che, forse proprio a causa della personalità forte e orgogliosa dell`artista, che ebbe da ridire persino davanti al ``Giudizio Universale`` di Michelangelo, lo licenzia nel 1572. Inviso ai circoli della Roma che conta, s`inoltrerà in un percorso problematico che lo porterà a Parma, dove si appassiona al Parmigianino e al Correggio, e forse in Umbria, sino a un breve ritorno a Venezia.

Nel 1576 El Greco si trasferisce a Toledo, nell`illusione di farne la base per un passaggio a Madrid al servizio di Filippo II come paladino pittorico della Crociata vagheggiata dalla Santa Lega. Di fatto rifiutato dal Sovrano, si insedierà definitivamente a Toledo ove creerà le sue opere più impressionanti (alcune delle quali saranno esposte nel percorso conclusivo della mostra) e, talmente moderne, con le caratteristiche figure allungate e prive di volume, da allontanarlo dall`approvazione della Controriforma e, con l`avvento del barocco, farlo cadere nell`oblio. La sua ``riscoperta`` avviene prepotentemente solo nell`800 e sarà proprio un altro degli highlight della mostra, la "Sacra Famiglia``, a rappresentare il punto di svolta per la sua consacrazione. Nel 1838, infatti, il quadro fa parte delle 9 opere di El Greco appartenenti al re di Francia Luigi Filippo d`Orleans che vengono prestate al Louvre per una mostra. Le opere impressionano talmente critica e artisti da sancire l`inizio del mito che circonda oggi il pittore, tanto che la Sacra Famiglia verrà in seguito battuta all`asta da Christie`s per una cifra da capogiro.

Esponenti del Romanticismo, tra cui Baudelaire e Delacroix, e delle avanguardie cubiste e impressioniste, come Picasso, Manet e Cézanne riscoprirono quindi El Greco, diventandone appassionati studiosi e traendo ispirazione dalle sue stravaganze: i colori acidi, quasi psichedelici, il movimento ascensionale delle sue figure, l`impressionante rappresentazione psicologica dei suoi ritratti, gli sprazzi di luce rubati alle tenebre, sono solo alcune delle caratteristiche di un genio creativo che incantò molti artisti famosi, fino a rendere El Greco uno degli artisti più imitati del mondo. 


`El Greco in Italia`` guiderà lo spettatore lungo i percorsi labirintici di un viaggio emozionante finalizzato a portare nella realtà della storia uno dei periodi più tormentati del genio, che la leggenda vorrà stravagante e maledetto, artista carismatico e provocatore, che si sarebbe vestito sempre di nero, creando i suoi capolavori nel buio di spazi dalle imposte chiuse, perché non fosse turbata dalla luce del giorno la sua ``luce interiore``, oppure accompagnato dalla musica barocca ad alto volume alla quale si sarebbe abbandonato per rilassarsi dal lavoro sulle tele. 


ORARI

dal 24/10/15 al 10/04/16
martedì - venerdì 9.00 - 19.00
sabato - domenica 9.00- 20.00
lunedì chiuso

VISITE GRATUITE

Con il nuovo anno, presso Casa dei Carraresi a Treviso, prende il via la nuova iniziativa che ha lo scopo di coinvolgere lo spettatore consentendo di vivere l`esperienza della visita alla mostra in maniera consapevole e interessante.

PERIODO

Dal 7 al 28 gennaio 2016
Tutti i martedì dalle 15.30
Tutti i giovedì dalle 18.00

MODALITÀ DI ACCESSO
L`ingresso alle lezioni è gratuito e aperto a tutti fino a esaurimento posti.
E` gradita conferma scrivendo a info@elgrecotreviso.it o chiamando lo 0422 513150.


APERTURE STRAORDINARIE

7 dicembre: 09.00 - 20.00
8 dicembre: 09.00 - 20.00
24 dicembre: 09.00 - 19.00
25 dicembre: chiuso
31 dicembre: 09.00 - 17.00
1 gennaio: 14.00 - 20.00
6 gennaio: 09.00 - 20.00
9 febbraio (martedì grasso): 09.00 - 20.00
27 e 28 marzo (Pasqua e Pasquetta): 09.00 - 20.00

BIGLIETTI

Ingresso singolo intero 12 €
Ingresso singolo ridotto 10 € 
Visitatori dai 15 ai 26 anni, un accompagnatore per disabile non autosufficiente, soci FAI e TCI con tessera 2015 in corso di validità, soci ACI, possessori di biglietto intero della mostra Escher a Treviso. 
Singolo ridotto speciale 6 €
Minori dai 6 ai 14 anni, giornalisti con tesserino ODG non accreditati, altre categorie convenzionate. Ingresso gratuito Minori fino ai 6 anni non compiuti, disabile non autosufficiente, guide turistiche autorizzate della Regione del Veneto munite di tesserino, giornalisti con tesserino ODG accreditati presso l`ufficio stampa della mostra.

RECAPITI

Casa dei Carraresi
Via Palestro 33, 35 Treviso
Tel. 0422 513150



Links
Pdf
1 TW eventi autunno oct nov.jpg
2 mostra-El-Greco-Treviso-Carraresi.pdf

aderenti


Cerca per distanza:
Comune:
Distanza km:
Categorie